Chi siamo

La Rivista di Diritto Minorile ha una natura non solo giuridica, bensì aperta alle esperienze provenienti da varie discipline, si pone al servizio di quanti operano nel settore dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza e, con umiltà, tenta di porsi all'attenzione degli addetti ai lavori quale utile strumento di reperimento dati e scambio di esperienze.

Solo da pochi lustri sembra aver preso piede l'idea che, nel panorama giuridico, si debba ritagliare uno spazio autonomo per il diritto minorile, ovvero quella branca del diritto che ha a cuore la tutela dei fanciulli e degli adolescenti.

Negli ultimi anni tale convinzione, grazie anche alla riscoperta del grande valore dei Tribunali per i Minorenni, dei Centri di Giustizia Minorile, grazie ad alcune facoltà di Legge che hanno voluto scommettere su questo filone - battezzando corsi in legislazione minorile all'interno dei propri corsi di laurea - è andata via via maturando: chissà che un dì non potremo assistere alla inaugurazione di un vero e proprio corso di laurea in scienze minorili.

In questa scia si inserisce lo sforzo volontario di alcuni innamorati (aborriamo il termine esperti) dei diritti delle future generazioni: innamorati che provengono da più settori, proprio perché poche scienze giuridiche possono vantare una connessione ipertestuale con altre discipline scientifiche (psicologia, sociologia, pedagogia, criminologia, bioetica, oltre che con la gran parte delle altre branche del diritto) come è per il caso del diritto minorile.

La rivista di Diritto Minorile e il sito www.dirittominorile.it vogliono essere una piattaforma di scambio di esperienze e riflessioni, oltre che un utile e pratico strumento per addetti ai lavori.